BERGAMOTTO: il nostro frutto fresco

Un frutto prezioso e unico al mondo, dalle sfaccettate virtù e un profumo paradisiaco, alleato della salute e del benessere del nostro cuore, come di tutto il sistema psico-fisico del nostro organismo, trova in azienda il suo ambiente naturale ideale e una rispettosa cura e tutela.

Selezioniamo accuratamente solo frutti di prima scelta per la vendita al dettaglio. Prodotto stagionale che rispetta i tempi della natura, raccolto solo da novembre a marzo e venduto fine a esaurimento.

RICHIEDI INFORMAZIONI
Depositphotos_5896747_original-63x46-1.png

Proprietà

Indiscussi pregi sono riservati all’olio essenziale di bergamotto, estratto con spremitura a freddo dell’essenza contenuta all’interno della scorza del frutto. Risale al 1750 il suo primo uso in profumeria, per la creazione delle più famose acque di colonia francesi. Tuttavia ben presto se ne estese il campo d’uso, per i suoi svariati effetti benefici sull’organismo e sul fisico. In aromaterapia, il profumo paradisiaco dell’olio essenziale di bergamotto è un antidepressivo naturale, riduce gli stati di ansia e stress, distende la mente, diffondendo emozioni di gioia e serenità. In cosmetologia è sovente usato per la creazione di tonici, creme, maschere e lozioni per combattere l’acne, in quanto l’olio essenziale di bergamotto svolge un’azione purificante sia per la pelle che il cuoio capelluto, oltre ad un’azione disinfettante e cicatrizzante. Avendo l’accortezza di un uso serale, ricordando che è un olio fotosensibilizzante, che reagisce alla luce del sole. L’olio essenziale di questo agrume ha anche potere antisettico, antibatterico, antimicrobico e antimicotico. In nutraceutica benefico è il succo del bergamotto, ricco di polifenoli simili alle statine è in grado di inibire la sintesi del colesterolo cattivo e la formazione dei trigliceridi. Vero e proprio amico del cuore, può essere un valido aiuto alla prevenzione delle malattie cardiovascolari. Ottimo alleato della circolazione e nella lotta contro i radicali liberi. Ma sempre più frequente è l’uso del bergamotto come frutto fresco in cucina, nella preparazione di succhi, marmellate, gelati, granite, insalate e nell’aromatizzazione di primi, secondi e dolci. Molto diffuso è anche il liquore al bergamotto, preparato con le bucce.

“La nostra azienda… un impegno quotidiano per portare l’eccellenza della natura in tavola…”

(Lorenzo Ravenda)

Depositphotos_5896747_original-63x46-1.png

Cenni storici

Il bergamotto appartiene alla famiglia degli agrumi. Scientificamente noto col nome latino di Citrus bergamia, si distingue per la forma rotonda, quasi come un’arancia, ma leggermente schiacciata ai poli e un colore verde intenso con sfumature gialle, quasi come un limone. In realtà questo frutto unico al mondo, dalle più svariate proprietà e usi, ha un’origine e un’etimologia avvolte dal mistero. Non esistono fonti esatte, ma solo teorie, che nel corso del tempo si sono succedute: c’è chi fa risalire a Cristoforo Colombo la sua importazione da un viaggio di ritorno dalle Canarie, c’è chi tramanda fu diffuso dai turchi, chi dai cinesi o chi sia originario della Spagna o della Grecia. La sola cosa certa è che il bergamotto è un frutto dalle origini antiche, probabilmente risultato di un incrocio naturale tra limone e arancia amara, che ha trovato le sue condizioni ideali di vita solo in una piccola e circoscritta fascia di terra costiera nel cuore della Magna Grecia. Sono il clima particolarmente mite, il sole, la luce, la brezza marina e la protezione delle montagne, che contraddistinguono l’ecosistema di quella zona, rendendolo inimitabile.

“C’è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera”

(Henry D. Thoreau)

Condividi!